Aiuti economici concreti per i genitori a fronte dell'emergenza Coronavirus. A chi spettano e come fare per averli

 Ultimo aggiornamento , ottobre 2020 Decreto Ristori bis

 

A decorrere dal 9 novembre 2020, esclusivamente nelle “zone rosse”, il diritto per i genitori di fruire di uno o più bonus per l'acquisto di servizi di baby-sitting nel limite massimo complessivo di 1.000 euro  da utilizzare nel periodo di sospensione delle scuole in presenza.

 

Il bonus è riconosciuto alternativamente ad entrambi i genitori, se non è possibile il lavoro agile e se in famiglia l’altro genitore non è beneficiario di strumenti di sostegno al reddito, disoccupato o non lavoratore.

 

Il bonus baby sitter viene riconosciuto solo ai genitori lavoratori iscritti alla Gestione separata e alle gestioni speciali dell’AGO, i lavoratori autonomi. Non spetterà agli iscritti ad altre forme previdenziali obbligatorie.

 

Restano fuori dalla possibilità di richiedere il nuovo bonus baby sitter di 1.000 euro i lavoratori dipendenti, nei confronti dei quali viene invece prevista la possibilità di accedere al congedo straordinario retribuito al 50% per tutta la durata di sospensione delle attività didattiche in presenza.


Il bonus spetta inoltre a genitori di figli con disabilità (ex legge 104 in condizione di gravità) iscritti a scuole di ogni ordine e grado o ospitati in centri diurni a carattere assistenziale, per i quali sia stata disposta la chiusura ai sensi dei Dpcm 24 ottobre e 3 novembre.


Il bonus viene erogato entro limiti di spesa complessivi, non è riconosciuto per le prestazioni rese dai familiari, viene erogato mediante il libretto famiglia ed è incompatibile con il bonus asilo nido

 

Il bonus baby sitter è utilizzabile anche per l’iscrizione a:
– centri estivi;
– servizi del Sistema integrato di educazione e di istruzione dalla nascita fino a 6 anni;
– servizi socio educativi territoriali o centri con funzione educativa e ricreativa
– servizi integrativi o innovativi per la prima infanzia.
Il bonus baby sitter è incompatibile con il bonus nido.

 

Bonus baby sitter: come fare richiesta

Per ottenere il bonus baby sitter, è necessario utilizzare il libretto famiglia: per farlo, il genitore beneficiario del bonus (o l’utilizzatore) e il prestatore devono prima di tutto registrarsi sulla piattaforma delle prestazioni occasionali, accessibile sul sito Inps. 


Dopo la registrazione, il genitore beneficiario dovrà procedere all’appropriazione telematica del bonus per l’acquisto dei servizi di baby-sitting o per pagare i centri estivi e affini, entro 15 giorni solari dalla ricevuta comunicazione di accoglimento della domanda tramite i canali telematici indicati nella domanda stessa (sms, indirizzo mail o pec.)

 

Per maggiore chiarezza potete consultare la presentazione fatta dell'INPS con i vari passaggi per poter ottonere il bonus Baby Sitter.

Clicca qui per visualizzare la presentazione INPS ( dati da aggiornare da parte dell'inps ma interessante le istruzioni per registrarsi)

© Bimbinvacanza.it 2006  P.I. 09269980018  Privacy Police Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per saperne di piu visualizza Cookie Policy