Il Parco Nazionale del Gran Paradiso rappresenta in ITALIA uno dei grandi parchi italiani aperto tutto l'anno, 70.000 mq dal versante piemontese a quello aostano. Istituito nel 1922 e legato alla figura del suo animale simbolo: lo stambecco. Un vero e proprio “paradiso” dove trascorrere dei soggiorni in famiglia o con gli amici, spaziando dall’ attività sportiva, gastronomia tipica ed attività didattiche per grandi e bambini.


Il Parco del Gran Paradiso offre scenari diversi per ogni stagione:

  • In primavera e l’estate sono i mesi della fioritura e delle escursioni in alta quota. In autunno i boschi si colorano, mentre per i camosci inizia il periodo degli amori.
  • In inverno il territorio innevato si presta alle passeggiate con le racchette da neve, gli sci da fondo e d’alpinismo, con la possibilità di avvistare animali nella bellissima livrea invernale.

granparadiso laghi

Con il progetto “A piedi tra le nuvole” il Parco promuove una mobilità dolce, regolamentando il traffico automobilistico privato d’estate lungo la strada che conduce al Colle del Nivolet e favorendo gli spostamenti a piedi, in bici e con navetta.
Il Nivolet è uno splendido pianoro di torbiere e ambienti umidi a 2.500 metri di altitudine, disegnato dai meandri della Dora. È l’habitat di stambecchi, camosci, marmotte, ermellini, volpi, uccelli migratori e stanziali, e di specie floristiche rare. Si raggiunge a piedi su comodi sentieri dalla Valsavarenche e in auto da Ceresole Reale.

Tutte le domeniche di luglio, agosto e a ferragosto, gli ultimi sei chilometri di strada sono chiusi al traffico automobilistico privato. Si possono percorrere a piedi, in bici o in navetta. Fino al Lago Serrù si può salire con la propria auto, oppure utilizzare la navetta che parte da Ceresole Reale, con numerose fermate lungo il tragitto.
Senza l’inquinamento dell’aria e da rumore prodotto dalle auto, questi ambienti sono un vero paradiso, con paesaggi, profumi e colori che non hanno nulla da invidiare a mete lontane.
È difficile fare un'escursione nel Parco nazionale Gran Paradiso senza avvistarne gli animali, spesso anche da vicino.

granparadiso

 

Lo stambecco, simbolo del parco, è piuttosto confidente e si incontra facilmente al pascolo. I maschi, riconoscibili dalle lunghe corna ricurve, vivono in piccoli gruppi, mentre le femmine, dalle corna più corte, restano con i piccoli.
Anche il camoscio è comune, ma assai più schivo e difficile da osservare.
Altro protagonista del parco è la marmotta, simpatico roditore che scava lunghe gallerie per sfuggire ai pericoli e preparare il letargo invernale.
Tra gli uccelli sono rappresentati i rapaci, come l'aquila reale, e molti piccoli passeriformi.

Contatti:
Segreterie turistiche di versante:

Piemonte: Borgata Prese c/o ex Grand Hotel 10080 Ceresole Reale (TO)
Tel. +39-(0124)-953166
Orari dal mercoledì alla domenica 9-12 / 14.30-17.30
Valle d'Aosta: Loc.Cheriettes 11010 Aymavilles (AO)
Tel. +39-(0165)-902693
Orari: Martedì 9-13

© Bimbinvacanza.it 2006  P.I. 09269980018  Privacy Police Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti. Per saperne di piu visualizza Cookie Policy